[RECENSIONE] Dì-scorsi di Andrea Monotti

Dì-scorsi di Andrea Monotti

Dì-scorsi cartaceo di Andrea Monotti è un libro che parla della vita di Giacomo che ha dovuto affrontare dei cambiamenti radicali nella sua vita.

Infatti, perde un lavoro che tutto sommato gli piaceva e si ritrova a lavorare in un negozio di elettronica dove i rapporti umani sono pari a zero e, quando cerca di instaurarne, viene ripreso dal direttore del negozio.

La cosa più difficile da superare, però, è la rottura della relazione con la sua ragazza.

Grazie all’amico di una vita, Stefano, comincia ad uscire di più e a conoscere molte persone, soprattutto donne che entrano nella sua vita senza però farne parte del tutto.

Grazie anche alla tecnologia moderna e all’uso di facebook ha l’occasione di conoscere molte ragazze, ma anche queste non avranno una grande incidenza sul suo quotidiano.

Un libro scritto molto bene che si fa leggere tutto d’un fiato e ci da la possibilità di riflettere su molti aspetti della nostra vita.

Sì, perché tutti noi possiamo identificarci con Giacomo e con le sue piccole disavventure.

Come il protagonista della storia ci troviamo in un mondo dove, grazie alla tecnologia e ai social, possiamo metterci in contatto con le persone con molta più facilità, ma, anche se tutto questo in teoria dovrebbe facilitare i rapporti umani, la socializzazione diventa sempre più difficile.

Leggendo questa storia è palese che, nonostante nella vita di Giacomo entrino molte persone, il ragazzo non riesce a far fronte alla sua solitudine, un sentimento che forse nemmeno lui comprende a pieno di provare.

Molte volte dichiara di non sapere cosa vuole ed ogni volta che una donna vorrebbe avvicinarsi a lui in modo concreto, dichiara di non essere pronto ad una relazione.

Questo ci fa capire che è ancora legato alla sua ex che più volte definisce la donna della sua vita.

La storia ci fa comprendere che spesso ci sono persone che entrano nella nostra vita e la attraversano senza lasciare alcuna traccia, come delle meteore che attraversano un cielo stellato, mentre altre, nonostante ci abbiano fatto del male, restano impresse dentro di noi come segni indelebili sulla nostra pelle.

Bello il finale che non ti aspetti assolutamente e nonostante un inizio di racconto un po’ difficile da comprendere, la storia prende la piega giusta quasi subito scorrendo in modo limpido fino ad una conclusione che ti lascia piacevolmente sorpreso e che ti riesce anche a strappare un sorriso.

Consiglio a tutti la lettura di questo racconto e gli assegno cinque stelle su cinque.

Per acquistarlo potete cliccare su questo link:

https://www.amazon.it/Dì-scorsi-Andrea-Monotti-ebook/dp/B0763WL85H/ref=mp_s_a_1_fkmr0_1?__mk_it_IT=ÅMÅZÕÑ&qid=1530302169&sr=8-1-fkmr0&pi=SL140_SX98_CR0,0,98,140_QL70&keywords=Dì-scorsi+cartaceo

Precedente Alfonso Stile. Successivo Matteo Salto Zamponi